• BONETTI snc - Realizzazione impianti fotovoltaici
  • Installazione cancelli automatici
  • Installazione portoni

Cancelli e portoni automatici

Non rinunciate a questo comfort: rivolgetevi a noi per soluzioni dei migliori marchi a prezzi imbattibili

In alcuni casi il cancello può rappresentare un punto di impedimento, in particolare se l’apertura deve essere effettuata a mano. Uno dei problemi più frequenti, sicuramente, è legato alle cattive condizioni climatiche: in caso di pioggia, ad esempio, bisogna scendere dall'auto per aprire il cancello a mano e richiuderlo, sempre a mano, dopo essere entrati, circostanza che comporta evidenti disagi.
La soluzione per ovviare a questo tipo di ostacolo è quella di installare un cancello elettrico; ciò può avvenire o attraverso l'automazione del cancello già esistente, o attraverso l’installazione di un cancello nuovo.
Il cancello automatico è un comfort irrinunciabile, con costi decisamente a prova di crisi. Entrare e uscire di casa utilizzando il cancello automatico è sicuramente più semplice e immediato e le soluzioni proposte dalla nostra azienda sono davvero tante; tutte, ovviamente, dei migliori marchi.

Quali sono i tipi di automazione di un cancello?

Cancello automatico scorrevole

CANCELLO AUTOMATICO SCORREVOLE

Scorre su un una rotaia installata a terra. Solitamente è composto da una sola anta, in modo da occupare una sola area per lo scorrimento. Lo spazio necessario allo scorrimento deve essere almeno della stessa lunghezza del cancello. Il cancello scorrevole è ideale per accessi ampi o in salita, dove si vuole evitare di occupare spazio di manovra. Il motore va selezionato in base al peso dell’anta (spesso dipende dal materiale di cui è fatta) e alla sua lunghezza. Le ante vanno da un peso medio di 300 kg, per quelli residenziali, fino anche a 1000 kg.

Se non già presente, forniamo anche l’installazione della rete protettiva con maglie di diametro inferiore ad 1 cm (così come disposto per legge) sia sull’anta scorrevole sia sulla parte di recinzione posta sul lato dove scorre l’anta. Come ulteriore sicurezza installiamo una o due costole in gomma con comando a filo, che intervengono comandando l’apertura quando un qualunque ostacolo non visto dalle fotocellule è presente nella zona di battuta dell’anta. Tutto sempre secondo i dettami di legge.

Cancello automatico a battente

CANCELLO AUTOMATICO A BATTENTE

L’apertura e la chiusura del cancello a battente avvengono ruotando su un fulcro. L’apertura è prodotta, di solito, verso l’interno della proprietà in quanto richiede di occupare un certo spazio per il passaggio dell’anta (singola o doppia). In questo caso per la scelta dell’automazione del cancello occorre considerare, più che il peso, la lunghezza della o delle ante.

Il motore del cancello automatico a battente può essere installato in diversi punti. Interrato quando non si vuole intaccare la parte estetica del cancello per rendere elegante l’ingresso di casa.

Motore a vite per ante fino a 7 metri

AUTOMAZIONE DI CANCELLI ESISTENTI: MOTORE A VITE SENZA FINE

Il motore a vite senza fine, il classico pistone a vista, è un’ottima soluzione per l’automazione di cancelli esistenti. Anche in questo caso proponiamo 3 tipi di motore a seconda della lunghezza dell’anta: un motore base per ante fino a 3 metri, un motore per ante fino a 5 metri e il top per ante fino a 7 metri.

 

La normativa per la sicurezza del cancello automatico

Installazione cancelli automatici a marchio CE

Già da parecchi anni l’Unione Europea ha introdotto normative sull'automazione dei cancelli. Dall'agosto del 2002, infatti, l’UNI ha diffuso in lingua italiana le normative europee sull'automazione cancelli (EN 12453 ed EN 12445) che già circolavano dal novembre 2000. Queste norme hanno sostituito proprio quelle che l’UNI aveva creato nel giugno 1989. Vediamole più nel dettaglio:

  • EN 12453 “Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage. Sicurezza in uso di porte motorizzate. Requisiti”: questa normativa si occupa dei requisiti di sicurezza nell'uso del cancello, facendo un elenco di tutte le possibili situazioni di pericolo da prevenire. Relativa all'automazione cancelli (e non solo), è la vera e propria norma base per quanto riguarda la sicurezza delle chiusure motorizzate, indicando requisiti di installazione in linea con le Direttive Europee;
  • EN 12445 “Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage Sicurezza in uso di porte motorizzate. Metodi di prova”: si occupa dei metodi di prova a cui vanno sottoposti i cancelli per verificarne la conformità ai requisiti richiesti dalla EN 12453.

Esistono quindi particolari procedure per quanto riguarda l’automazione come dispositivo elettrico, nonché tecniche di installazione per prevenire eventuali rischi legati al suo utilizzo.


Il nostro compito al riguardo quello di:

  • eseguire l’automazione del cancello rispettando i requisiti di sicurezza previsti dalle normative sull'automazione cancello vigenti;
  • rispettare il progetto e le indicazioni fornite dai produttori delle componenti di automazione da installare, in maniera corretta;
  • eseguire la verifica del corretto funzionamento dell’automazione;
  • redigere dei rapporti di prova e un fascicolo in cui siano specificati tutti i dettagli sull’installazione, sullo schema elettrico e sulle componenti utilizzate;
  • compilare la dichiarazione CE di conformità, come imposto dal D.L. 37 del 2008 (consegnandone una copia al proprietario) e apporre una targhetta che indichi i dati identificativi del dispositivo di automazione, i dettagli dell’installatore e il marchio CE.

Agevolazioni fiscali

Per quanto riguarda le agevolazioni fiscali sull'automazione del cancello, fino al 31 dicembre 2016 è possibile detrarre fino al 50% della spesa sostenuta per l’installazione di un nuovo cancello automatico o per l’automazione del preesistente cancello. Questo tipo di interventi rientrano tra i lavori di ristrutturazione edilizia, in particolare nella parte relativa alla messa in sicurezza della singola unità abitativa.

Componenti di un sistema automatico apricancello

Radiocomando a 2 tasti
  1. Radiocomando: il radiocomando è lo strumento più utile e diffuso per l’automazione dei cancelli. Per i cancelli residenziali si usano radiocomandi molto semplici a 1, 2 o 4 tasti. Di solito il tasto principale viene utilizzato per comandare il cancello, gli altri per l’apertura del portone automatico del garage, per l’accensione di luci o anche per l’attivazione/disattivazione di allarmi in piena sicurezza (in quanto i radiocomandi che forniamo con le nostre automazioni sono tutti a codice variabile, quindi non clonabili come quelli delle auto). Il radiocomando non è il solo sistema di apertura automatica; è possibile attivare le automazioni del cancello con dei selettori (che posso essere a chiave o digitali e wireless), con un lettore di prossimità per tessere a transponder o anche con l'uso dello smartphone.
  2. Centrale di comando: questo dispositivo, che può essere installato esternamente o incorporato nel motore del cancello automatico stesso, capta i segnali provenienti dal radiocomando o dai selettori e aziona il motore. È dalla centrale di comando che si gestiscono la velocità di apertura e chiusura, il tempo che vogliamo che trascorra per la chiusura automatica etc. Tutte le nostre automazioni sono dotate di centrali di comando che gestiscono il movimento delle ante (siano queste a battente, scorrevoli o altro) in maniera intelligente, essendo dotate di un sistema di rilevazione ostacoli che determina la massima forza d’impatto secondo la Norma di legge. Inoltre sono dotate di un sistema di rallentamento automatico in prossimità della chiusura e dell’apertura in modo da avere la massima silenziosità di funzionamento.
  3. Motore: il motore del cancello automatico è il dispositivo che permette al cancello di aprirsi e chiudersi una volta ricevuto l’impulso dalla centrale di comando. La scelta varia in base a diversi fattori, tra cui il peso del cancello o la frequenza con cui viene utilizzato. Tutti i nostri motori funzionano a 24 V, cioè in bassa tensione per avere la massima sicurezza elettrica. Inoltre i motori a 24 V utilizzati sono tutti in corrente continua con prestazioni e affidabilità di gran lunga superiori ai comuni motori a 230 V, che tendono a surriscaldarsi in caso di uso frequente.
  4. Fotocellule: un dispositivo fondamentale che garantisce sicurezza, ma anche comodità. Le fotocellule del cancello automatico sono utilizzate per individuare la presenza di ostacoli nell'area di movimento del cancello. L’ostacolo viene rilevato dalle fotocellule, che inviano l’impulso alla centrale e da questa al motore mettendo al sicuro il passante.
  5. Lampeggianti: anche i lampeggianti e i segnali acustici sono dispositivi di sicurezza. Quando il cancello è in movimento, il lampeggiante si aziona segnalando visivamente a chi sta intorno di prestare attenzione. Tutti i nostri lampeggianti sono dotati di una lampadina a Led per avere una lunga durata con un consumo esiguo.

Form di contatto
347 9098264

* Campi obbligatori

Inserisci il codice riportato nell'immagine

Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

BONETTI SOLUZIONI ENERGETICHE | 1/C, Via Ceroni - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR) - Italia | P.I. 02834650232 | Cell. +39 347 9098264 | bonetti.pierluigi@virgilio.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite